La bici ellittica è un attrezzo utilizzato per l’allenamento aerobico e su questo sito spieghiamo come scegliere il modello giusto per le proprie esigenze e come allenarsi.

Costituita da due pedali e due manubri mobili, la bici ellittica è progettata per sollecitare gli arti superiori e quelli inferiori simulando una passeggiata oppure una corsa. I movimenti effettuati su questo dispositivo sono di tipo ellittico e riprendono quelli che è possibile eseguire utilizzando il tapis roulant, lo stepper e la cyclette. L’ellittica è un attrezzo completo e compatto che ci permette di raggiungere risultati sorprendenti in un’unica sessione di allenamento. Indicata anche per i principianti, la bici ellittica ci permette di modulare il movimento, di commisurarlo alle nostre necessità, ecco perché l’ellittica è molto utilizzata da chi soffre di problemi alle articolazioni.

La bici ellittica è un attrezzo molto versatile, non ci permette soltanto di allenarci in maniera dolce, ma anche di impostare sessioni di allenamento intenso, dure ed impegnative. Sul mercato è possibile trovare diverse tipologie di bici ellittiche, ognuna di esse si differenzia dall’altra per caratteristiche tecniche, potenza e resistenza. Nei paragrafi che seguono vi aiuteremo a scegliere la bici ellittica più adatta alle vostre esigenze, indicandovi quali sono gli elementi da considerare prima dell’acquisto.

Resistenza della Bici Ellittica

La resistenza è il primo fattore da considerare quando si è alle prese con la scelta dell’ellittica. Tutte le bici ellittiche sono ovviamente dotate di resistenza, essa può essere magnetica, meccanica oppure elettromagnetica. Di qualsiasi tipo essa sia, la resistenza si oppone alla forza esercitata dal soggetto che compie il movimento sulla bici ellittica. In particolare, l’ellittica con resistenza meccanica deve essere regolata manualmente attraverso una manopola. Le ellittiche con resistenza magnetica oppure quelle con resistenza elettromagnetica, invece, non hanno bisogno di una regolazione manuale, la resistenza viene regolata in maniera automatica, una volta premuto il tasto, la resistenza aumenta oppure diminuisce, a seconda del tipo di allenamento che si vuole effettuare.

Molto importante è la possibilità offerta dalle migliori ellittiche presenti sul mercato di selezionare diversi livelli di resistenza, si parte da un minimo di 5 o 8 livelli fino ad arrivare ad un massimo di 16 o 18 livelli di resistenza nei modelli più avanzati. Specialmente coloro che sono alle prese con i primi allenamenti sull’ellittica, dovranno impostare una bassa resistenza, in modo da non sollecitare troppo le articolazioni e le ginocchia.

Stabilità della Bici Ellittica

La stabilità della bici ellittica è uno degli elementi principali da cui partire per scegliere questo attrezzo, un’ellittica stabile sarà, infatti, anche affidabile e robusta. La stabilità di questo attrezzo, inoltre, si riflette anche sul peso che l’ellittica è in grado di sostenere.

Bisogna considerare quindi il peso della bici ellittica, un parametro in grado di fornirci utili informazioni sulla stabilità della struttura, sulla robustezza dei materiali e sulla qualità del volano. Risulta essere importante valutare anche il peso massimo dell’utente che la bici ellittica è in grado di sostenere. In linea generale, ricordiamo che gli attrezzi più leggeri presenti sul mercato arrivano a pesare circa 15 kg e sono idonei a sostenere fino a 90 o 100 kg. Ma in commercio è possibile trovare anche ellittiche che pesano dai 15 ai 30 kg, esse sono in grado di sostenere fino a 120 kg. Infine, le bici ellittiche più robuste possono pesare anche più di 50 kg e sono in grado di sostenere fino a 125 kg ed oltre.

Volano della Bici Ellittica

La caratteristica principale dell’ellittica è il volano, un disco in metallo al quale sono agganciati i due pedali. Il volano ha la funzione di regolarizzare il movimento del sistema meccanico dell’attrezzo. Più il volano è pesante e più robusta e stabile sarà la bici ellittica.

Nella scelta dell’ellittica andranno considerate alcune caratteristiche tipiche del volano. Partiamo dalla tipologia del volano che, nelle ellittiche, può essere di tipo meccanico, magnetico oppure elettromagnetico. Il volano meccanico rende il movimento meno fluido ed è anche rumoroso. Quello magnetico, tipico delle bici ellittiche di fascia media, è in grado di assicurare una pedalata molto silenziosa, confortevole e fluida. Le ellittiche con volano elettromagnetico, invece, garantiscono un controllo molto preciso dello sforzo e dei movimenti, questi attrezzi appartengono ad una fascia di prezzo decisamente alta e sono impiegati sia per finalità riabilitative che per allenamenti a livello agonistico.

Il volano può essere posizionato sia anteriormente che posteriormente nella bici ellittica. Due sono le tipologie di strutture, in relazione alla collocazione del volano. L’ellittica con volano anteriore può sostenere allenamenti più elevati visto che è in grado di consentire una falcata molto ampia e simile ad una pedalata. Questa tipologia di bici ellittica, di solito, da una struttura molto robusta e più ingombrante e, per questo motivo, è utilizzata soprattutto nelle palestre. La bici ellittica con volano posteriore, invece, è la più diffusa sul mercato perché caratterizzata da un minore ingombro, questo attrezzo garantisce una falcata molto più simile ad una corsa o ad una passeggiata.

Dati Visualizzabili sullo Schermo della Bici Ellittica

Durante l’allenamento è molto importante accedere alle informazioni relative alla prestazione sportiva in corso. I dati devono essere precisi, chiari e visualizzabili in maniera intuitiva e semplice. Scopriamo insieme la quantità e la qualità di dati che una bici ellittica è in grado di comunicare all’utente durante l’allenamento.

Partiamo dall’attività cardiaca che viene rilevata soltanto quando l’ellittica è dotata di appositi sensori di rilevazione del battito cardiaco. Di norma, tali sensori sono palmari e sono posizionati nei due manubri situati vicino alla console. Risulta essere possibile visualizzare i dati relativi all’attività cardiaca sull’apposito schermo dell’ellittica. Alcuni modelli di bici ellittica, inoltre, sono compatibili con l’apposita fascia cardiaca per il monitoraggio del battito.

Altra informazione che è possibile visualizzare sull’ellittica è la durata dell’allenamento, uno dei parametro fondamentali per gli utenti. Tutte le bici ellittiche dotate di schermo permettono di visualizzare sia la durata dell’allenamento in corso d’opera che a lavoro concluso.

Anche il conteggio delle calorie è un’altra informazione che è possibile visualizzare sulla bici ellittica. Si tratta, comunque, di un’indicazione abbastanza relativa, considerato come l’effettivo numero di calorie bruciate sia un dato estremamente personale e dipendente da variabili quali la massa corporea ed il tipo di alimentazione seguito dall’utente.

Le migliori bici ellittiche presenti sul mercato, inoltre, ci permettono di visualizzare anche la distanza percorsa, proprio come il classico tapis roulant o la cyclette. Le ellittiche dotate di resistenza elettromagnetica ci consentono anche di visualizzare sullo schermo le informazioni relative al livello di resistenza mantenuto per tutta la durata dell’allenamento.

Infine, molte bici ellittiche registrano anche i dati di cui abbiamo appena parlato, in questo modo, l’utente potrà verificare i progressi effettuati nel corso degli allenamenti.

Molto variabile può essere la struttura e la configurazione della consolle, in relazione al prezzo dell’ellittica, potremo trovare consolle più o meno accurate e schermi retroilluminati. Le bici ellittiche meno costose, invece, sono dotate di piccole finestrelle che ci permettono di leggere le informazioni una per volta.

Programmi di Allenamento dell’Ellittica

La quantità di programmi che è possibile impostare sull’ellittica è un altro elemento in grado di fare la differenza. Il programma di allenamento preimpostato ci permette, infatti, di eseguire una determinata tipologia di attività, la cui intensità e durata vengono automaticamente impostati dall’ellittica in base a parametri selezionati dall’utente come, per esempio, la quantità di calorie da bruciare oppure la distanza che si intende percorrere.

Le bici ellittiche appartenenti ad una fascia di prezzo bassa sono abbastanza essenziali, dunque non sono dotate di programmi preimpostati da selezionare, sarà l’utente a scegliere di terminare la sessione di allenamento una volta raggiunta una determinata distanza o periodo di tempo.

Ingombro della Bici Ellittica

Uno degli ultimi fattori da prendere in considerazione, quando si è alle prese con la scelta della bici ellittica, è l’ingombro. Si tratta di una caratteristica molto importante, specialmente se abbiamo poco spazio in casa.

L’ellittica è un attrezzo che richiede molto spazio e, in alcuni casi, una stanza specifica della casa in cui sistemarlo. L’ingombro della bici ellittica, in particolare, è determinato da una serie di elementi strutturali.

Iniziamo dalle dimensioni che individuano il reale ingombro dell’attrezzo. Più è lunga l’ellittica e più disteso e corretto sarà il movimento compiuto dagli arti inferiori. Ecco, allora, che le dimensioni della bici ellittica dovranno essere scelte e valutate anche in relazione alla propria corporatura, chi è molto alto dovrà scegliere necessariamente un modello lungo, altrimenti effettuerà un allenamento scorretto. In linea generale, non dovremo mai scegliere attrezzi che siano inferiori ad 1 metro, solo in questo modo riusciremo ad assicuraci un allenamento corretto.

L’ingombro dell’ellittica è determinato anche dalla possibilità di richiudere l’attrezzo, alcuni modelli di bici ellittica presenti sul mercato ci permettono di richiudere lo strumento per ridurre le dimensioni dell’attrezzo e posizionarlo, per esempio, in un armadio oppure in un angolo nascosto della nostra casa. Di norma, sono sempre i modelli più semplici ad offrire questa possibilità, queste bici ellittiche sono, infatti, caratterizzate da una struttura molto più leggera.

Utile è, inoltre, la presenza di rotelle posizionate sulla base dell’ellittica, una caratteristica davvero essenziale, specialmente per quelle bici ellittiche di peso superiore ai 50 kg. Le rotelline montate sulla base ci consentono di sposare l’ellittica senza effettuare grandi sforzi.

Materiali della Bici Ellittica

Risulta essere davvero essenziale scegliere una bici ellittica assemblata con materiali eccellenti, questa caratteristica, infatti, influenza la stabilità e la comodità dell’attrezzo.

I materiali utilizzati per il rivestimento dei manici della bici ellittica, per esempio, dovrebbero essere gommati in modo da garantire un’ottima presa anche quando abbiamo le mani sudate.

Non dimentichiamo di valutare anche la qualità dello schermo della bici ellittica che possono essere di tipo diverso.

In conclusione, ricordiamo che più sono robusti e pesanti i materiali di assemblaggio e maggiore sarà la stabilità e la longevità della bici ellittica.

Prezzo Ellittica

Svariate sono le aziende che si occupano dell’assemblaggio di bici ellittiche, noi consigliamo di scegliere sempre un’azienda che sia diffusa sul territorio.

In questo modo, qualsiasi problema avremo nella fase successiva alla vendita, come, per esempio, eventuali guasti all’attrezzo oppure la necessità di acquistare pezzi di ricambio, avremo sempre la garanzia di un’assistenza continua e specializzata. In ogni caso, i migliori marchi che si occupano della produzione di ellittiche di qualità sono Diadora, Klarfit, CapitalSports, Technogym, Kettler e BodySculpture.

Il costo di una bici ellittica è molto variabile, il prezzo dipende da svariati fattori, primi tra tutti il tipo di allenamento che è possibile effettuare utilizzando l’attrezzo. Risulta essere chiaro che bici ellittiche progettate per sostenere allenamenti intensi oppure per preparazioni atletiche avranno un prezzo decisamente più alto rispetto ad attrezzi di tipo domestico.

In linea generale, le fasce di prezzo a cui è possibile trovare ed acquistare la bici ellittica possono essere così riassunte.
Bici ellittiche entro i 200 euro. Appartengono a questa categoria i modelli economici, ideali per un uso domestico, saltuario e per allenamenti di tipo non professionale.
Bici ellittiche dai 200 ai 350 euro. Appartengono a questa categoria quelle bici ellittiche mediamente costose e particolarmente indicate per un uso non frequentissimo.
Bici ellittiche dai 400 euro in su. Appartengono a questa categoria le ellittiche avanzate, robuste e pensate per sostenere allenamenti più intensi.Le bici ellittiche di questa categoria possono arrivare a costare anche più di 1000 euro. Gli attrezzi che appartengono a questa categoria sono principalmente impiegati nelle palestre, sono molto ingombranti e sono dotate di funzioni avanzate e pensate per sostenere allenamenti di tipo professionale.